Back to school (indietro tutta)

cartable_1

Correva l’anno 1977 quando questa bella cartella di cuoio rosso entrò in casa. Anni di onorato servizio, poi il pensionamento. Passano gli anni, passano le mode, arrivano e se ne vanno i paninari con le borse naj-oleari, arrivano e se ne vanno i frick con i tascapane e i pop con gli invicta. Arrivano e se ne vanno anche gli studenti in casa.

cartable_3

Forward, avanti veloce, si arriva agli anni Duemila, torna la moda delle cartelle, les cartables, nuovi produttori propongono in versione moderna le vecchie cartelle di cuoio, così, come nel lieto fine di una favola ecco la cartella del ’77 che esce dalla cantina, fa un bagno nel fuxia e splendente come non mai torna sulle piccole spalle di una bimba, une petite Mademoiselle che è diventata grande e si avvia alla scuola elementare, “la scuola dei grandi”.

Good luck!

cartable_2

In fondo al mar

medusa_mobile

In fondo al mar
In fondo al mar
Se la sardina fa una moina
C’è da impazzir
Che c’è di bello poi lassù
La nostra banda vale di più
Ogni mollusco
Sa improvvisare
In fondo al mar
Ogni lumaca
Si fa un balletto
In fondo al mar
E tutti i giorni
Ci divertiamo
Qua sotto l’acqua
In mezzo al fango
Ah che fortuna
Vivere insieme
In fondo al mar!
In fondo al mar!

Quest’anno al centro estivo il tema scelto è stato il mare, o meglio i fondali marini e gli animali che li popolano; con pochi semplici oggetti i bambini hanno realizzato personaggi meravigliosi come  la medusa.

Occorrente:

coppette da macedonia di plastica
colori a tempera o acrilici (attenzione! l’acrilico è indelebile da superfici e vetiti!)
carta velina
colla

Colorare la coppetta del colore desiderato e incollarci dentro un foglio di carta velina sfrangiato per creare i tentacoli. Volià, semplicissimo e bellissimo, se ne possono creare tante di colori diversi per un  coloratissimo mondo… in fondo al mar 🙂